Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - News Associazione Antimafie "Rita Atria"

Ricerca

View_Blog

Autore: Creato: 01/09/2011 13:46 RssIcon
Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità, impedisce molte corruzioni, frena la violenza della criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili, pretende il funzionamento dei servizi sociali, sollecita la costante attuazione della giustizia, impone ai politici il buon governo. Se un giornale non è capace di questo si fa carico di vite umane. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, della verità si porta sulla coscienza tutti i dolori che avrebbe potuto evitare, le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, le violenze, che non è stato capace di combattere." Giuseppe Fava
Da admin Il 02/01/2020 09:00


L’Associazione Antimafie Rita Atria esprime la propria vicinanza a Nicoletta Dosio, simbolo dell’opposizione al TAV Torino-Lione, arrestata e condotta in prigione il 30 dicembre.

I fatti sono ormai noti: Nicoletta non ha corrotto nessuno, non è accusata di violenze, terrorismo, atti di mafia, non ha devastato e avvelenato, eppure è stata arrestata e non ci sarà nessun (finto) garantista o “maitre che si scandalizzerà come accaduto per esempio per l’ex presidente della Lombardia, per alcuni politici accusati di connivenza con la ‘ndrangheta, persino per Cipriano Chianese e in passato con Berlusconi.



Nicoletta Dosio è una donna coraggiosa che si oppone, senza cedere, alle Grandi Opere da sempre mangiatoia di corrotti, corruttori e mafie che devastano interi territori, portate avanti con promesse di pubblici benefici in realtà nulli o quasi se non per le tasche dei soliti noti.

Nicoletta è l'esempio a cui guardare per lottare contro questa devastazione che ormai riguarda...
Da admin Il 19/12/2019 08:20
Ha svelato la corruzione in Autostrade: “Ora ho paura”. "Sono nel mirino del clan D’Alessandro: hanno giurato di spararmi in testa"
Da admin Il 19/12/2019 08:13
Quante sofferenze, dolori, lacrime vengono soffocati dai più schifosi aguzzini della nostra società perbenista e ipocrita, quanti mercanti di morte quotidianamente continuano a lucrare e prosperare?
Da admin Il 03/12/2019 08:55
L’Associazione Antimafie Rita Atria esprime la propria solidarietà a Paolo Borrometi dopo l’attacco ricevuto da alcuni deputati ARS, che hanno addirittura chiesto di indagare contro di lui, e per l’ennesima minaccia di morte ricevuta. Sconcerta che l’iniziativa veda tra i dominus un condannato per reati gravissimi e che suoi colleghi, al posto di prendere nettamente le distanze lo stiano appoggiando. Una vicenda già grottesca e grave che tocca ancor più il fondo con le richieste di ritiro delle firme, come può un esponente istituzionale – chiamato a valutare e decidere quotidianamente sulla vita di centinaia di migliaia di persone e sul destino della Sicilia intera – affermare a cuor leggero che ha apposto una firma senza rendersene conto?

Il pettegolezzo, la macchina del fango, l’insinuazione subdola...
Da admin Il 03/12/2019 08:50
 “C’è un dato scomparso dalla storia ufficiale, quello di coloro che in Italia hanno perso la vita a causa della detenzione forzata nei centri per immigrati. Luoghi in cui non valevano e non valgono nemmeno le garanzie dei regolamenti penitenziari, spazi pensati esclusivamente come zoo temporanei per persone…” Uscito nelle edicole l'11 ottobre (è possibile acquistarlo online qui https://left.it/libri/?fbclid=IwAR2H-tuQI9KY5J6LmfOFNjChTffey7Rhxy-LiPH4tne7FoikKKXrnXJvHyg#12 ) "Mai più, la vergogna italia dei lager per immigrati" cerca di colmare una lacuna della “democrazia” italiana. Una pubblicazione nella quale si ripercorre la storia del “Regina Pacis” di Lecce, così come il “Serraino Vulpitta” di Trapani (dove il 28 dicembre 1999 avvenne una delle peggiori tragedie di quegli anni), Via Corelli a Milano, Ponte Galerio a Roma, Gradisca...
Da admin Il 03/12/2019 08:45
La cronaca di questi ultimi giorni ha riacceso i riflettori sugli intrecci economici e finanziari tra pezzi della politica e ricchi (im)imprenditori. E non sarebbe estraneo a questa fitta rete di contiguità, secondo quanto riportato da diversi organi di stampa nazionale, l’imprenditore abruzzese Toto. Ad oggi, lo sottolineiamo per amor di verità e correttezza, non è accusato di nulla e non è oggetto di alcuna indagine giudiziaria. Ma i processi, come sancisce quella Costituzione Italiana tante volte sotto attacco di tentativi demolitori, si celebrano nelle aule di tribunale e di essi deve occuparsi la magistratura. E per le indagini, nella cui fase ci troviamo attualmente (quindi è ancora remota anche solo la possibilità di iniziarlo un processo), ci sono appositi organi dello Stato.

Ma tutto questo non può esimerci dal porre l’attenzione e riflettere su cosa accade nei Palazzi e nelle sfere di quella che dovrebbe la “cosa pubblica”. Siamo davanti ad un imprenditore che detiene importanti appalti e gestioni...
Da admin Il 30/11/2019 15:07


L’Associazione Antimafie Rita Atria e PeaceLink dell’Abruzzo esprimono la loro solidarietà e sostegno a Marie Helene Benedetti e a tutte le famiglie che non vedono riconosciuti i diritti alle giuste cure. Dopo le proteste pubbliche delle scorse settimane e aver documentato che, nonostante anche una sentenza di tribunale, al figlio autistico Thomas non vengono ancora garantite le necessarie cure Marie Helene ha annunciato che inizierà uno sciopero della fame e della sete.

La sanità pubblica dovrebbe vedere al centro e tutelare i più deboli e fragili. E’ nella natura del suo stesso nome, è scritto a caratteri indelebili nella Costituzione italiana e in una miriade di leggi. Ma la dura realtà racconta continuamente altro. Dieci anni dopo Sanitopoli, pesanti come macigni per disabili gravi e malati, e tre anni dopo la fine del commissariamento successivo tanto decantato e festeggiato nei Palazzi della “politica” (le virgolette non sono casuali), ci sono migliaia e migliaia di cittadini lontanissimi...
Da admin Il 14/11/2019 22:22

Scopriamo DOPO MESI che è stato utilizzato il nostro logo ripulito non solo del nome dell'associazione ma anche del copyright di Silvestro Nicolaci per uno spettacolo su Rita Atria.

L'Associazione Associazione Antimafie "Rita Atria" non ha MAI promosso questo spettacolo e non conosce nessuno degli organizzatori.

Usare il nostro logo non solo è scorretto è illegale.

Stiamo valutando come procedere...

Da admin Il 01/11/2019 11:30
Cena fascistaE’ patetico nascondersi dietro ai “non ho visto, non sapevo” del sindaco di Ascoli Piceno. Quello che è accaduto lo scorso 28 ottobre ad Acquasanta Terme ha una definizione chiara e precisa, sancita dalla nostra Costituzione e, ancor prima, vergata col sangue dei partigiani che hanno combattuto e sono morti per la libertà, non solo la nostra, ma anche di coloro che a quella cena hanno partecipato e di tutti quelli che ancora oggi inneggiano a quelle idee: apologia di fascismo!

Archivio

Archivio
<ottobre 2020>
lunmarmergiovensabdom
2829301234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311
2345678
Mese
Vai